fbpx

Costruire startup di successo? Consiglio 3 di 6. Troviamo i Cavalli Vincenti

Abbiamo iniziato con cambiare il modo di pensare e in seguito ci siamo posti degli obiettivi ora cominciamo a realizzarne qualcuno, importante.
Forse non lo sapete ancora, o forse lo avete già sperimentato, nello sviluppo del vostro progetto e dei vostri obiettivi sarete circondati da “molti cavalli perdenti” ma “anche da pochi cavalli vincenti”. Chi sono?
I Cavalli perdenti sono tutti coloro che, non convivendo la visione ed il progetto ma soprattutto la mentalità, vi diranno spesso “è troppo difficile”, “è impossibile”, “dove trovi soldi”, o ancora peggio, quelle che fingendo un interesse per lo sviluppo del progetto e degli obiettivi, in realtà ne celano uno personale: ottenere un vantaggio personale economico, che spesso si tramuta nel sempreverde “posto fisso”.
I Cavalli Vincenti sono tutti coloro che sono già in sintonia con il vostro modo di proiettare il futuro, e posseggono la giusta visione ed il giusto approccio per poter divenire dei veri “acceleratori” del vostro progetto.
Vi è solo un problema: i cavalli perdenti si manifestano (o manifesteranno) subito; i cavalli vincenti bisogna cercarli e catturarli.
Quindi concentriamoci su questo.
Tra voi e il raggiungimento degli obiettivi vi è di solito una o al massimo due persone – un (ex) capo, un manager, un professore, un investitore, e spesso, senza che lo sappiate quella persona è proprio nella vostra rete di conoscenze, o può entrarvi a far parte. Quello che occorre quindi è un piano:
– per allargare la rete dei “contatti utili “ (giusto per esser chiari, non stiamo parlano del numero di amici su facebook, o almeno non di tutti);
-per interagire con le persone giuste, ovvero quelle che possano favorire il nostro progetto.
Ma come si fa a farlo?
Partiamo da un assunto comportamentale: tutti noi tendiamo a fidarci delle persone che percepiamo più simili a noi stessi.
Quindi, allarghiamo la nostra rete dei contatti in questa direzione, senza porre limiti agli ambienti e reti di contatto: non solo linkedin e le sue reti (giusto per fare un esempio), ma anche le associazioni culturali, i gruppi professionali, la frequentazione di una palestra, una passione sportiva. Non sarà un caso se molti affari si concludono durante un partita a golf, una partita a tennis, o una vacanza al mare?
In altre parole, avere degli argomenti di discussione extra lavorativi rispetto a una passione è l’inizio della costruzione del rapporto per catturare e  “cavalcare il cavallo vincente”.
Le persone di successo sanno come assimilare l’ambiente a cui aspirano a far parte, quindi mettiamo da parte il tempo per centrare gli sforzi sulle persone che contano. Troviamole, entriamo in contatto con loro e raccontiamogli il nostro progetto.
Prepariamoci a coinvolgerli con una proposta o offerta che possa interessarli, anche economica, se può servire.

Inizia il tuo percorso di Imprenditore Consapevole. Frequenta la nostra Academy.

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Vuoi ricevere le nostre analisi via mail tutte le settimane?

Compila il form e iscriviti al caffè del mercoledì

Articoli correlati

Work for Equity

Le Breaking news

In questo numero Le startup innovative sono fornitori qualificati per il bando I4.0 Il mese