fbpx

Conferma requisiti startup 2021. Bilancio e procedura

Costituzione startup
Conferma requisiti startup. Ci siamo

E’ tempo di bilanci! Le società sono alle prese in questo periodo con le chiusure del bilancio del 2020, che deve essere approvato dai soci e depositato poi (entro 30 giorni dall’approvazione) presso il registro delle imprese.

Le startup (e le pmi) innovative devono anche attestare che nel 2020 sono stati in possesso di tutti i requisiti che consentono loro di rimanere iscritte nella sezione speciale e di godere dei benefici previsti dalla legge. I requisiti alternativi o, come dice la norma ulteriori, devono essere descritti nella nota integrativa al bilancio, oppure nelle annotazioni in calce allo stato patrimoniale per che redige il bilancio nel formato “micro”. A tal fine è stata prevista nella tassonomia xbrl ufficiale una apposita sezione.

Guarda il videocaffè
Conferma requisiti startup. E’ possibile cambiare in itinere?

Ricordiamo che la verifica dei requisiti viene effettuata a fine anno, pertanto è questo il momento, in cui deve essere effettuata. Immaginiamo una startup costituita nel 2020 che ha previsto come requisito alternativo quello del personale, ma che per le più svariate ragioni, non abbia poi assunto personale qualificato come previsto dalla norma necessario per rispettarlo. Tuttavia, ha sostenuto spese in ricerca e sviluppo per oltre il 15% del maggiore tra il costo e il valore della produzione. Ebbene in questo caso il requisito qualificante per il 2020 (ancorché non coincidente con quello dichiarato in sede di costituzione) sarà quello delle spese di ricerca e sviluppo. Sarà quindi descritto in nota integrativa e attestato nella dichiarazione. Analogo discorso può essere naturalmente fatto nelle altre annualità e con il passaggio da un requisito a un altro. Per chi volesse approfondire ne abbiamo già parlato qui.

Conferma requisiti startup. I tempi

L’altro aspetto delicato cui prestare attenzione riguarda le tempistiche. Il Codice civile prevede che il bilancio debba essere approvato dai soci entro 120 giorni la chiusura dell’esercizio (che normalmente coincide con il 31/12) e depositato presso il registro delle imprese (quindi in Camera di Commercio) entro 30 giorni l’assemblea di approvazione. Tuttavia, gli statuti delle società possono prevedere di approvarlo nel maggior termine di 180 giorni (quindi a fine giugno nel caso di esercizio coincidente con l’anno solare) qualora ricorrano particolari circostanze.
Attenzione! Questa clausola deve essere espressamente prevista dallo statuto della società e lo statuto tipizzato delle startup costituite online non la cita, quindi per loro questa facoltà non trova applicazione. Anche quest’anno così come stabilito dal DL Cura Italia, a causa dell’emergenza covid, le società indipendentemente dalle previsioni statutarie possono approvare i bilanci entro il 30 giugno. Quindi, precisato questo, la dichiarazione di mantenimento dei requisiti deve essere depositata:
1) entro 30 giorni dalla data di approvazione del bilancio;
2) entro 7 mesi dalla chiusura dell’esercizio, indipendentemente dal fatto che il bilancio sia stato approvato o meno

Conferma requisiti startup. Gli step operativi

Vediamo ora quali sono gli step operativi:
1) Predisporre il bilancio (e approvarlo). È l’adempimento prodromico, in quanto come abbiamo visto nella nota integrativa è descritto il requisito di cui l’amministratore attesterà il possesso;
2) Aggiornare il profilo sul portale startup.registroimprese.it. È un adempimento che deve essere fatto dall’amministratore, prima del deposito della dichiarazione.
Dopo essersi collegati al portale è possibile cercare la propria la startup e visualizzare il profilo. È necessario, quindi, accedere al profilo, cliccando semplicemente su “logo”. L’accesso al profilo prevede la preventiva compilazione di dichiarazioni autorizzative. Si passa quindi alla compilazione del profilo con la possibilità di caricare il logo della società. Terminata la compilazione del profilo viene generato un file xml, che può essere firmato digitalmente, contestualmente (a cura del legale rappresentante) o pure conservato per essere firmato successivamente e caricato. In caso di firma successiva, il file xlm andrà utilizzato “dal menù carica” quale memoria delle informazioni già compilate.
3) compilare e firmare digitalmente (sempre a cura dell’amministratore) l’apposita dichiarazione di possesso dei requisiti. Il modello aggiornato lo potete prelevare qui.
4) predisporre l’adempimento presso il registro imprese. Il deposito, della dichiarazione firmata, solitamente viene effettuato dal consulente che cura anche il deposito del bilancio con il modello S2. In particolare, occorre indicare nel riquadro, ”32/START-UP, INCUBATORI, PMI INNOVATIVE”, con i relativi codici da 028 a 034, le sole nuove informazioni aggiornate sulla piattaforma informatica. La modalità è la medesima utilizzata relativamente all’iscrizione della startup innovativa.

 Conferma requisiti startup. La comunicazione al registro Imprese

È richiesta pertanto la compilazione, con le informazioni integrali, dei soli codici corrispondenti ad informazioni da aggiornare rispetto a quelle già presenti nel Registro delle Imprese. Nel medesimo riquadro 32 andrà sempre compilato il codice 036 (DICHIARAZIONE AGGIORNAMENTO INFORMAZIONI) con la frase standard: “Aggiornamento in data… g/mm/aaaa… delle informazioni di startup innovativa” al cui interno la data va valorizzata con la data di deposito dell’adempimento al Registro delle Imprese. In alternativa, se si dovessero confermare tutte le informazioni già comunicate ed iscritte, alla frase sopra riportata –
“Aggiornamento in data…gg/mm/aaaa… delle informazioni di startup innovativa” – vanno aggiunte le parole: “Si confermano le notizie già comunicate ed iscritte”. In tal caso ovviamente non vanno compilati i codici da 028 a 034. La conferma del possesso dei requisiti va
comunicata con il medesimo modello S2 riquadro 32, cui va allegata la dichiarazione prevista dalla legge in formato pdf/A-1B/2B, con sottoscrizione digitale e codificata con il codice documento D30. Nel riquadro “32/START-UP, INCUBATORI, PMI INNOVATIVE” andrà sempre compilato il codice 035 (DEPOSITO DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI) con la frase standard: “Conferma in data…gg/mm/aaaa… del possesso dei requisiti di startup innovativa” al cui interno la data va valorizzata con la data di deposito dell’adempimento al Registro delle Imprese. Nel caso fossero variati i requisiti qualificanti la startup innovativa andranno compilati anche i corrispondenti codici tra 066-067-068, in accordo con quanto sottoscritto nel modello di dichiarazione di possesso dei requisiti. Questa procedura è fondamentale per le startup in quanto la mancata presentazione dell’autocertificazione nei modi e nei termini indicati comporta la cancellazione d’ufficio dalla sezione speciale.

Vuoi ricevere le nostre analisi via mail tutte le settimane?

Compila il form e iscriviti al caffè del mercoledì

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividilo sui social

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Articoli correlati