Quanto vale

Per le startup (come  per ogni impresa) il brand associato al business o ad uno o più prodotti e/o servizi è (dovrebbe essere) un asset intangibile di estremo valore e di estrema importanza, al punto che risulta necessario, da subito, prevederne una opportuna protezione attraverso la registrazione. Il valore del marchio rientra anche in uno di quegli asset che contribuiscono al valore (premoney) della startup affluendo in uno dei criteri qualitativi (berkus e scorecard).

Rivalutare il marchio perchè?

 l’art. 110 del DL 14/08/2020 n. 104 è stata prevista una nuova disciplina di rivalutazione dei beni d’impresa, che riguarda i beni risultanti dal bilancio 2019 e può essere effettuata nel bilancio 2020 (quello che per molte imprese è in fase di chiusura e approvazione) e che tra i beni che possono essere rivalutati vi sono appunto anche i marchi  o brand, associati al business o a singoli prodotti o servizi a patto che siano stati iscritti nel bilancio chiuso al 31/12/2019.

Infine ricordiamo che il Decreto Sostegni  all’art 1-bis ha esteso il beneficio al 2021.
E’ infine importante ricordare che possono essere rivalutati anche i marchi non registrati e/o quelli che non compaiono in bilancio.

Rivalutare il marchio. Vantaggi?

Molto importanti soprattutto se vi sono o sono previste perdite importanti che possano erodere il Capitale Sociale e obbligare al reintegro dello stesso. Infatti il saldo attivo della rivalutazione (o valutazione) secondo le previsioni di legge, “andrà imputata al capitale o accantonata in una speciale riserva” (aggiungiamo di capitale netto).

A prescindere dagli indiscutibili benefici fiscali della rivalutazione del marchiola ratio della normativa  è proprio quella di consentire la patrimonializzazione dell’impresa, un aspetto di grandissima importanza è legato al miglioramento degli indicatori di bilancio in cui vi sia la componente del patrimonio netto.

Sappiamo molto bene che le banche sono molto sensibili al rapporto tra i debiti finanziari e il patrimonio netto, e con la rivalutazione del marchio, il denominatore di quel rapporto aumenta e migliora l’indicatore.

Nell’ambito degli indicatori di allerta della Crisi e dell’insolvenza d’impresa, il patrimonio netto viene individuato come un elemento di grande importanza.

Perchè la nostra valutazione ha valore certo?

La relazione di valutazione prodotta da CREAZIONEIMPRESA è riconosciuta come best practice a diversi livelli e in diversi ambiti. Questo perché non è un semplice report che tutti possono generare autonomamente utilizzando anche i software disponibili in commercio, ma è la modalità di produzione di quel report, ovvero l’assunzione, la verifica e la normalizzazione dei dati e informazioni acquisiti dalle imprese e la conseguente elaborazione di una relazione complessiva (della quale il report fa parte) che viene firmata in apposita dichiarazione, da un Professionista del Team ordinisticamente abilitato (dottore Commercialista e/o Revisore). E’ questo quello che conferisce reale valore alle nostre (e a tutte le valutazioni aziendali). Le valutazioni redatte da Dottori Commercialisti sono le sole ad avere ha legale ai sensi del D.lgs n. 139 del 28/06/2015.

Quali sono i metodi che utilizziamo?

Se deciderai di affidarti a noi potremo produrre una valutazione ed un report altamente analitici e (perché conta anche questo) graficamente appropriato. La valutazione utilizza 5 metodi certificati che potranno anche essere ponderati secondo pesi più aderenti alla realtà

Metodo Costo Storico

Metodo Costo Rivalutato

Metodo Costo sostituzione

Metodo della perdita

Metodi di redditività

In quanto tempo e come otterrò la mia valutazione?

La produzione del report prevede una attenta analisi di tutti gli elementi che alimenteranno gli algoritmi di calcolo. Sarà quindi necessario, attraverso la produzione di documentazione appropriata e informazioni dettagliate, valutare ed inserire ogni dato di natura consolidata o previsionale (KPI; team; mercato; settore, ecc.) per giungere ad una valutazione ponderata ed oggettiva, tale da poter poi essere utilizzata in relazione sottoscritta dal professionista. Il tempo medio di produzione del report finale è di circa 20 giorni uomo (che si conteggiano dal completamento di tutte le informazioni e documentazione richiesta) con la produzione di report intermedi che saranno valutati e confrontati prima di giungere alla valutazione definitiva.

Se vuoi ricevere maggiori informazioni

Consulenti, Formatori, Mentor, Coach, Innovation Manager, Startup Advisor e Commercialisti.

Professionisti accreditati presso

ABBIAMO COSTITUITO

0
startup innovative in forma di s.r.l.

ABBIAMO TRASFORMATO

0
srl o spa ordinarie in start innovative​

ABBIAMO COSTITUITO

0
SIAVS

ABBIAMO COSTITUITO

0
Società Benefit

Vuoi sapere quanto vale la tua startup innovativa?