CreazioneImpresa e Startup Geeks diventano partner con l’obiettivo di potenziare l’ecosistema startup italiano. Una partnership che ci vedrà impegnati come contributor e coach nell’ambizioso ma realistico progetto di Alessio Boceda e Giulia D’Amato

Da Amburgo a Mantova per raccontare e far crescere le startup italiane. Il progetto Startup Geeks mira a rendere il mondo delle startup italiane conosciuto, attrattivo e connesso.

Secondo un report dell’UE del 2018,  l’Italia è al 25° posto in Europa in termini di progresso digitale, un dato incomprensibile visto l’alto numero di startup italiane (circa 10.000) che mirano a migliorare con i loro business la vita del Paese confezionando servizi di qualità e prodotti di ultima generazione. Ma la numerosità è associata ad un’altra stima che vede il 95% delle startup italiane fallire nel giro di pochi anni dalla fondazione. Di quel 5% nessuno ne parla in modo dettagliato e di quel 95% nessuno riesce ad avere notizie certe sui perché di quel fallimento.

Startup Geeks, blog e community online, nasce con l’intento di poter dare finalmente una voce all’ecosistema delle startup italiane non solo raccontando le startup vincenti e viventi ma anche investigando sulle motivazioni che hanno segnato la fine di modelli di business destinati invece al successo. Alessio Boceda e Giulia D’Amato, i giovani fondatori di Startup Geeks, vogliono divulgare la situazione attuale e seguirla nel suo sviluppo facendo parlare in prima persona i protagonisti di questa nuova storia dell’imprenditoria italiana: gli startupper.

Lasciano il posto fisso e tornano in Italia per raccontare le startup

Alessio e Giulia, nel 2018, lavorano entrambi ad Amburgo in Germania, entrambi con un contratto a tempo indeterminato e con la passione per il mondo delle startup. Si documentano spesso presso blog europei o americani e dopo aver letto il report dell’UE del 2018, durante il loro viaggio di nozze, decidono di aprire un blog che possa raccontare la storia e il percorso imprenditoriale delle startup in Italia. L’obiettivo è chiaro:  rendere il mondo delle startup italiane conosciuto, attrattivo e connesso.  Conosciuto dagli esperti e dai neofiti della materia, attrattivo per le future generazioni di startupper, connesso in modo da dare spazio ai vari business di collaborare e creare nuove sinergie.

Il progetto prende piede e attira l’attenzione degli esperti del settore e di numerose testate nazionali, al punto che i due si licenziano e a gennaio 2019 tornano a Mantova per lavorare a tempo pieno su questo progetto e contribuire così allo sviluppo di una cultura dell’innovazione e dell’imprenditorialità in Italia.

Interviste ai fondatori, annunci di lavoro, articoli divulgativi ed ebook: i contenuti di Startup Geeks

Ogni settimanaStartup Geeks presenta delle startup italiane facendole raccontare dai loro fondatori. Che siano startup viventi o prematuramente chiuse non importa: ogni video intervista, che si può seguire sul loro account Youtube e si può ascoltare in formato podcast su Spotify e Itunes oltre che in formato breve su Instagram e LinkedIn, è una preziosa lezione non solo agli startupper di oggi ma a quelli di domani.

E per chi invece non sogna di diventare uno startupper ma di lavorare in una delle migliaia di startup esistenti, grazie allarubrica settimanale di Startup Geeks dedicata agli annunci di lavoro  delle startup, può trovare le migliori offerte, candidarsi e iniziare la propria carriera.

Non mancano gli articoli divulgativi creati da Alessio e Giulia e dagli esperti del mondo startup che scrivono articoli ad-hoc per il blog Startup Geeks condividendo il loro know-how con i lettori.

I primi quattro ebook

Periodicamente, Alessio e Giulia confezionano un  ebook gratuito dedicato ad una tematica particolare e inseriscono le principali startup ad essa legate. Il primo ebook è dedicato al mondo del lavoro e sono citate le migliori 50 startup in cui lavorare. Il secondo è dedicato invece alle startup dell’healthcare e ai loro business che stanno migliorando il mondo della cura della persona. Il terzo analizza invece il panorama delle startup fintech e di come stanno lavorando per semplificare i processi di gestione e risparmio del denaro. Il quarto tratta invece delle startup del mondo dell’agrifood, “dal campo alla tavola”.

Sono contenuti inediti che attirano l’attenzione delle testate online: ANSA, Il Sole 24 Ore, Business Insider, Money.it e molte altre diffondono questi contenuti, considerandoli di alto interesse pubblico.

Il futuro di Startup Geeks: la prima community online per startupper

Alessio e Giulia hanno iniziato questo progetto per contribuire non solo a cambiare quel dato che vede l’Italia indietro in termini di realtà innovative ma anche perdiffondere la cultura della startup, alle volte deviata dai racconti mitologici e spesso falsi di business nati in uno scantinato e poi entrati nell’Olimpo delle Startup della Silicon Valley.

Il passo successivo è la creazione della prima community online per startupper, dove i giovani (e non) che stanno portando avanti un progetto di startup potranno confrontarsi tra loro e crescere professionalmente grazie ad un percorso di costante formazione online tenuto dai migliori esperti del settore, che Alessio e Giulia hanno avuto modo di conoscere e selezionare durante la crescita del progetto. Non mancheranno opportunità di visibilità di fronte ad investitori e la possibilità di incontrarsi di persona attraverso eventi fisici organizzati per i membri della community.

Per chi potesse essere interessato, è possibile iscriversi al lancio della community qui: https://www.startupgeeks.it/premium/anteprima-lancio/

It's only fair to share...Email this to someoneShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this page

Leggi altri articoli nelle stesse categorie:

Creazione Impresa

Se condividi questo articolo contribuisci alla diffusione della conoscenza e della libera informazione, quindi trasferisci valore. Il valore è una forma di ricchezza, quello della conoscenza e dell’informazione se sono liberi e democratici contribuiscono all’arricchimento di tutti

 

Nicola Vernaglione